Home Spalla Lussazione anteriore
Lassità (iperlassità) della spalla PDF Imprimer Envoyer
Écrit par Garotta Lorenzo   

La lassità dei legamenti o meglio l'iperlassità è costituita da quella condizione fisiologica, per la quale i legamenti sono, in alcuni pazienti,  un po' piu' distesi. A livello delle articolazioni vi è piu' "gioco" e possono condurre piu' facilmente a episodi di sub lussazione o lussazione nelle articolazioni a rischio (come la spalla).


L'ortopedico esaminando il paziente puo effettuare quattro test a livello della spalla per valutarne l'importanza.  

Test dell'apprensione.

Patognomonico dell'instabilità anteriore.  Il paziente è seduto: l'esaminatore, posto dietro al malato, porta il braccio in abduzione-rotazione esterna: ciò provoca la paura da parte del malato di andare incontro ad una nuova lussazione di spalla.


Cassetto anteriore.

Ricercato sempre con il paziente seduto: l'esaminatore fa scivolare la testa omerale in avanti ed indietro alla ricerca di un'escursione anormale. Il test deve essere ricercato bilateralmente.

 

Test d'iperlassità o del solco.

Con il paziente seduto, l'esaminatore esercita una trazione del braccio verso il basso. E' possibile talvolta notare un solco tra la testa decoaptata e l'acromion: è un segno di iperlassità, che si presenta sempre biulateralmente ed è congenito. L'esaminatore deve saper ricercare un'eventuale rotazione esterna -con il gomito attaccato al corpo- superiore a 90°: ci si potrebbe trovare di fronte ad un paziente che presenta un'instabilità multidirezionale. Il trattamento chirurgico, sarebbe ben diverso.

 

Relocation test

Moilto importante nelle spalle dolorose ed instabili. Si pratica con il paziente supino: l'esaminatore pratica il test convenzionale dell'apprensione che risulta doloroso. In un secondo tempo, la stessa manovra di abduzione-rotazione esterna viene eseguita esercitando una pressione sulla faccia anteriore della spalla. Questa "spinta" impedisce alla spalla di sublussarsi anteriormente e il dolore non è più presente. Questo test valida l'ipotesi secondo la quale l'intervento chirurgico che mira a curare l'instabilità, può essere indicato nei soggetti che presentano sia delle sublussazioni dolorose o una spalla dolorosa senza aver avuto alcun episodio di lussazione.

.
Mise à jour le Mardi, 02 Février 2010 16:35