Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language


Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /htdocs/public/www/plugins/system/jfrouter.php:1) in /htdocs/public/www/plugins/system/jfrouter.php on line 315

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /htdocs/public/www/plugins/system/jfrouter.php:1) in /htdocs/public/www/plugins/system/jfrouter.php on line 316

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /htdocs/public/www/plugins/system/jfrouter.php:1) in /htdocs/public/www/plugins/system/jfrouter.php on line 317
Instabilità del gomito e lesione dei legamenti
Home Gomito Lesione legamenti
Instabilità del gomito e lesione dei legamenti PDF Print E-mail
Written by Garotta Lorenzo   
There are no translations available.

Instabilità del gomito (lussazione recidivante)
Una complicazione della lussazione di gomito è la sua recidiva. La lussazione recidivante di gomito o la sublussazione di gomito è determinata da diversi fattori: iperlassità (lassità dei legamenti) lesioni o rotture dei legamentilesioni ossee ed è strettamente correlata all'età d'insorgenza della prima lussazione. Tanto più giovani ci si lussa la prima volta, tanto più il rischio di una recidiva è importante. In generale la lesione legamentosa è situata a livello del legamento collaterale radiale. Talvolta una lesione dei legamenti del gomito può manifestarsi in seguito ad un  banale trauma sportivo (ad esempio colpo di swing nel golf...) senza necessariamente associarsi ad una lussazione o sublussazione del gomito. La diagnosi, sospettata clinicamente, è confermata da radiografie dinamiche Il trattamento è chirurgico.

Diagnosi dell'instabilità di gomito
Per valutare la lassità legametosa di un gomito si eseguono particolari manovre: si domanda al paziente di alzarsi da una poltrona prendendo appoggio con le mani sui poggioli e con i gomiti in estensione. L'estensione completa può  creare una certa apprensione nel paziente con una lassità legamentosa. In  particolare lo specialista può ricercare il test dinamico "pivot schift test" (che riproduce la sublussazione del capitello radiale) ben descritto dall'equipe della Mayo Clinic di Rochester negli USA (O'Driscoll e Morrey).  La radiologia è molto importante: delle lesioni osse a livello del compartimento laterali possono essere visibili ed una lastra in stress conferma la diagnosi. Talvolta è l'artroscopia che permette di far diagnosi di instabilità legamentosa.

Trattamento dell'instabilità di gomito
Il trattamento è chirurgico: si pratica una ritensione del legamento lesionato o una sua vera e propria ricostruzione con il tendine palmare lungo prelevato dal paziente stesso (come nel caso di una ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio con il tendine rotuleo). I risultati sono molto soddisfacenti, in quanto il gomito riacquista una stabilità primaria.

Riabilitazione dell'instabilità di gomito
La riabilitazione del gomito operato è essenziale per ottenere un buon risultato; viene effettuata secondo protocolli ben precisi. In generale la riabilitazione dipende dalla tecnica chirurgica utilizzata (artroscopica o combinata).      

(Nel sito sono esposte indicazioni di ordine generale: in ogni caso è necessario attenersi alle indicazioni terapeutiche e riabilitative dettate dal chirurgo trattante e dal proprio fisioterapista).


.
Last Updated on Sunday, 14 November 2010 22:09