Home Traumatologia - Fratture Fracture poignet Frattura scafoide
Pseudoartrosi dello scafoide al polso PDF Imprimer Envoyer
Écrit par Garotta Lorenzo   
La foto n°1 mostra una pseudoartrosi dello scafoide: la frattura è stata diagnosticata tardivamente in quanto il paziente aveva presentato un politrauma con coma. La non-immobilizzazione di una frattura conduce spesso ad una non-consolidazione. Solo al momento della verticalizzazione con stampelle (qualche settimana dopo il trauma) il dolore al polso si è manifestato e la frattura è stata riconosciuta. Il trattamento della pseudoartrosi (ovvero della non-consolidazione) dello scafoide  è chirurgico.
Tuttavia anche in casi piu' semplici, la frattura di scafoide puo' passare inosservata. La foto n°2 mostra una lastra standard di un polso dopo un trauma: i dolori sono spesso diffusi e si ricerca per lo più una frattura dell'estremità distale del radio (patologia traumatica molto frequente). La freccia indica la regione dello scafoide dove non sembrano esserci fratture. Tuttavia, in questo caso, la frattura dello scafoide era  presente, ma individuabile nella "proiezione per lo scafoide". E' infatti solo una lastra effettuata con un'inclinazione cubitale della mano che può mostrare "per intero" lo scafoide. Ciò è talvolta difficile  da far realizzare al paziente per il dolore o per altri motivi: politraumatizzato, dolore non ben definito dal paziente al momento del trauma ...

Foto n°1: pseudoartrosi dello scafoide al polso

  

 scafoide_pseudoartrosi  

Foto n°2: la freccia mostra una frattura dello scafoide, non facile da diagnosticare con questa semplice proiezione

 

frattura_scafoide_misconosciuta

 


.
Mise à jour le Dimanche, 14 Février 2010 16:46